Il borgo di Pizzone nel verde del Parco Nazionale Abruzzo, Lazio, Molise

Il borgo di Pizzone nel verde del Parco Nazionale Abruzzo, Lazio, Molise

Il borgo di Pizzone in provincia di Isernia è situato alla sinistra del rio Omero a 730 m s.l.m. ed occupa una superficie di 3314 ettari. Per anni è stato un centro prettamente agricolo dell’alta valle del Volturno.Il paese è attaccato alla montagna “Pizzo” da cui prende il nome e fa parte del Parco Nazionale Abruzzo Lazio Molise, è attraversato dalla strada Statale 158 che porta ad Alfedena e a Pescasseroli.

La maggior parte delle risorse economiche degli abitanti di questo piccolo borgo sono state la coltivazione dei frumenti, allevamento del bestiame e principalmente lo sfruttamento dei numerosi boschi ad alto fusto. Una centrale idroelettrica distante poche centinaia di metri dal paese, costruita negli anni cinquanta, oleifici, molini e cave in pietra sono state per decenni le risorse nel settore dell’industria. In questi ultimi anni le principali risorse lavorative sono quelle delle aziende artigianali per la lavorazione del ferro e dell’alluminio, alcune aziende nel settore edile, nel settore idraulico, trasporto pubblico, allevamento del bestiame (Cavalli e bovini) , attività commerciali- settore alimentare- di cui spicca un ottimo panificio a legna.

Il problema che ha costretto moltissime famiglie a lasciare il paese è stato la costruzione del tratto di strada bivio Cerro – Rionero Sannitico. Infatti, nel 1970 il paese contava 668 abitanti mentre ad oggi conta solo 326 abitanti , un calo demografico del 50% nel giro di pochi anni.

Il nove e dieci giugni di ogni anno, in occasione della festa di Santa Liberata e della fiera, il paese ritorna ai vecchi splendori. E’ questa l’occasione dei tanti abitanti andati via per ritornare al paese e festeggiare il Santo Patrono con i parenti che hanno preferito rimanere Pizzone. Altre feste che non trovano gli stessi spazi di accoglienza sono la festa di San Antonio del 17 gennaio e quella di San Nicola del 6 dicembre.

Il comune di Pizzone per la sua posizione geografica e per le sue attrazioni turistiche ambientali, ancora abbastanza originali, è meta di tanti turisti sia stanziali che pendolari. Nei periodi estivi carovane di visitatori attraversano il paese per andare a Valle Fiorita, da dove partire per Monte Meta, mentre diversi gruppi di turisti scelgono Valle Fiorita per passare gran parte delle vacanze estive. Trai tanti percorsi segnaliamo quello che parte da Valle fiorita per arrivare a Passo dei Monaci. Un altro percorso interessante è quello che parte dalle Forme e arriva a Valle Venafrana, questo è un tratto abbastanza lungo e il tempo di percorrenza è di circa sette ore. Per i più esperti della montagna nel Parco Abruzzo Molise Lazio segnaliamo il tratto che va da Passo dei Monaci a passo della Tagliola, passando per Coste dell’Altare, è questo un percorso molto impegnativo che può essere affrontato dai solo esperti della montagna, il tempo di percorrenza varia dalle quattro ore e mezzo alle sei ore. Il territorio del comune di Pizzone è ricco di sorgenti pure che alimentano gran parte dei borghi dell’alta valle del Volturno e altri comuni limitrofi. A Pizzone il parco Nazionale ha istituito il centro orso con un ufficio zonale. Al centro del paese troviamo la chiesa di San Nicola che ha avuto nei secoli diversi rifacimenti; costruita a tre navate e sovrastata da un campanile con un orologio ben visibile.  


 

 

 

 

 

 

 

 

 

S

ERVZI UTILI

  • Cap 86076
  • Telefono Municipio 0865/951144
  • Carabinieri stazione di Castel San Vincenzo 0865/951132
  • Ufficio Postale   0865/951148
  • Guardia medica 0865/955385 (sede di Rocchetta al Volturno (IS)
  • Corpo Forestale dello Stato 0865/951195
  • Guardia del Parco Nazionale Abruzzo Molise Lazio 0865/951435
  • Ufficio Igiene Pubblica 0865/951144
  • Sito ufficiale comune di Pizzone (IS)

COME ARIVARE a Pizzone (Isernia):

In macchina

  • Da Pescara via autostrada fino a Pratola Peligna -Sulmona – Roccaraso – Castel di Sangro – SS. 658 – appena dopo il ponte Volturno uscita bivio – Pizzone  km 6,3.
  • Da Pescara via autostrada fino a Pratola Peligna -Sulmona – Roccaraso – Castel di Sangro – continuare per Alfedena (AQ) e proseguire sulla statale 158 per Napoli – Roma fino ad arrivare a Pizzone.
  • Da Napoli – Autostrada A2 – uscita per Caianello (CE) – SS. 85 -Venafro – uscita bivio Roccaravindola – SS.158 – uscita bivio per Pizzone Km 6,3.
  • Da Roma – Autostrada A2 – uscita per San Vittore -Venafro – Uscita bivio Roccaravindola – SS.158- uscita bivio per Pizzone Km 6,3.
  • Da Venafro Uscita bivio Roccaravindola – SS.158 – uscita bivio per Pizzone Km 6,3. Da Isernia SS.627 fino a Colli al Volturno – SS.158 – uscita bivio Pizzone km 6,3
  • Da Campobasso – strada SS.87 fino a uscita Isernia sud per Colli al Volturno SS.627 – SS.158 – uscita bivio Pizzone Km 6,3.

Le indicazioni riportate per il percorso in macchina , sono puramente indicative . Pertanto il sito iborghidelVolturno non si assume nessuna responsabilità per problemi o disguidi che potrebbero verificarsi  per il rispetto di tali dati.

 Tutte le indicazioni riportate nel seguente post sono puramente indicative e soggette a variazioni. Tutti gli aggiornamenti dipendono solo dai rispettivi link. Pertanto iborghidelVolturno non si assume nessuna responsabilità per eventuali problemi o disguidi subiti da parte dei visitatori.